Da Venti a Trenta: il patto educativo di comunità e il progetto Libera Il Futuro oggi a Euroma2!

Libera il Futuro e il Festival della Sostenibilità a Euroma2.

Aspettando la Recycled Car, il Grand Prix di auto a trazione ad impatto zero che si svolgerà nel weekend del 10 e 11 ottobre presso il Centro Commerciale Euroma2continuano gli appuntamenti con il format Da Venti a Trenta, attraverso il quale si scoprirà e conoscerà meglio l’Agenda 2030.

Oggi dalle ore 15.30 alle ore 17.30 circa al centro commerciale Euroma2 si parlerà di Patto Educativo di Comunità con i referenti del Progetto Libera il Futuro.

Con gli ospiti del format racconteremo il progetto #Liberailfuturo, realizzato con la finalità di contrastare le cause di povertà educativa minorile attraverso approcci multifunzionali, e la Comunità Educante Smart online. In quest’occasione tenteremo di capire come garantire a tutti il diritto all’istruzione. Avere un buon livello d’istruzione è l’unico modo infatti per sfuggire alla trappola della povertà. Ed è l’unico modo per sperare di avere un futuro migliore, lontano dalla fame e dalla miseria.

E parleremo di Patto Educativo di Comunità tra Scuola, Genitori, Bambini, Ragazzi, Comuni, Associazioni, Parrocchie e Società Sportive: per il progettoDomani è già futuro”.

Con l’obiettivo di contenere nell’immediato gli effetti dell’emergenza Covid-19 sui giovani e le loro famiglie, proponiamo il patto educativo di Comunità per costruire nel medio periodo un cantiere articolato e stabile di innovazione pedagogica in alcuni territori più fragili della Regione Lazio.

Riteniamo che il passaggio decisivo sia il confronto e negoziare forme sempre nuove di cooperazione, nel dialogo tra casa, scuola, territorio e associazionismo, entro uno scenario che spinge ad accogliere quanto stiamo tutti imparando da questa vicenda, ognuno nel suo ruolo e nel suo ambito di vita e a gestire incertezze, frustrazioni, conflitti inevitabili.

Ora più che mai è fondamentale che lo scambio e il dialogo tra scuola, territorio e famiglia sia costruttivo e rispettoso dei diversi ruoli che oggi però possono risultare meno chiari e definiti per il lungo venir meno del luogo-scuola come spazio dedicato all’imparare, a sé stante, e per il tempo-scuola che è entrato nello spazio e nel tempo delle case in modo molto significativo, e anche per la nuova dimensione educativa che il territorio può rappresentare nel tempo di convivenza con il Covid-19 che sta per accompagnare l’avvio dell’anno scolastico con tutte le difficoltà, incertezze e con i diversi passaggi propri della riapertura delle scuole.

Le associazioni Percorsi di Crescita e Arciragazzi Comitato di Roma, Caritas - Sede di Ladispoli forti della loro pluriennale esperienza educativa, le Amministrazioni Comunali di Cerveteri, di Vitorchiano e di Bassano Romano per la competenza nella gestione e nel coordinamento delle politiche per l'infanzia e l'adolescenza sul territorio, Università Roma Tre - Dipartimento di Scienze della Formazione per il monitoraggio e la valutazione hanno deciso di farsi promotori del Patto Educativo di Comunità per il progetto “Domani è già il futuro”.

A fronte di queste riflessioni è maturata quindi l’intenzione di impegnarsi per costruire insieme intese, strumenti, modalità e azioni che possano efficacemente rispondere a queste importanti sollecitazioni ed è stata condivisa la volontà di costruire un Patto Educativo di Comunità, in cui la Scuola, le Amministrazioni Comunali, le Associazioni, le Società sportive, le Parrocchie, i Genitori e i Ragazzi, si impegnano a dialogare e collaborare in un’ottica di rete educativa solidale, nel rispetto di ruoli e specificità.

Vi aspettiamo oggi a Euroma2!