L'esito della riunione tra operatori, insegnanti e Università

L'esito della riunione tra operatori, insegnanti e Università

Lo scorso 11 giugno 2019, nella sede dell’Arciragazzi – Comitato di Roma, si è tenuto un incontro molto importante al quale sono stati invitati a partecipare tutti i partner ed i soggetti coinvolti nelle attività di #Liberailfuturo direttamente rivolte agli Istituti che partecipano al progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.
In particolare, lo staff di coordinamento e i rappresentanti del Comitato scientifico che si occupano del monitoraggio di #Liberailfuturo hanno potuto confrontarsi con i tutor, gli operatori di laboratorio e gli insegnanti di riferimento per ciascuna classe partecipante alle attività, con lo scopo di tirare le somme relativamente al lavoro svolto sinora e strutturare gli interventi che riprenderanno con la riapertura delle scuole dopo la pausa estiva.

Si è trattato di un momento cruciale per l’evoluzione del nostro progetto, perché ci ha permesso di ricevere un feedback importante tanto sui pro quanto sui contro del nostro approccio.

A livello di rapporti col corpo docenti, ad esempio, è emersa la stringente necessità di ancorare quanto più possibile i contenuti dei laboratori di #Liberailfuturo alla didattica delle singole classi, affinché i programmi scolastici traggano un reale vantaggio dalle attività del progetto e queste ultime non risultino mai distanti dalle finalità educative specifiche degli Istituti. Questo ci consentirà altresì di rinsaldare ulteriormente i rapporti con gli insegnanti, la cui mediazione è di fondamentale importanza per il contrasto alla povertà educativa che muove il nostro progetto. A tal proposito sono previsti degli incontri preventivi con le scuole, in cui verranno illustrati e concertati i contenuti di ogni laboratorio che prenderà piede nelle aule dal prossimo anno scolastico.

Altrettanto importante risulta poi l’aspetto comunicativo delle attività in aula: nonostante i laboratori vengano condotti solo in determinate classi, #Liberailfuturo si pone l’obiettivo di strutturare una nuova politica educativa che incida sulla globalità degli Istituti coinvolti, e non solo sui giovani direttamente interessati dalle attività laboratoriali. In quanto partner effettivi del progetto, e nel pieno rispetto del concetto di Comunità Educante di cui ci facciamo promotori, le scuole sono soggetti attivi di #Liberailfuturo, non meri fruitori di una serie di interventi “calati dall’alto”. È proprio per stimolare le loro proposte e ascoltare i bisogni di ciascun Istituto che coordinamento e Comitato scientifico punteranno a rinnovare le interazioni con le scuole, focalizzandosi sull’importanza concreta che queste ultime rivestono nel nostro progetto.